Si è svolto ieri l’incontro con l’amministrazione sul tema della stabilizzazione degli ultimi colleghi ASU rimasti dall’ex Palermo lavoro.

CGIL FP, CISL FP, CSA RAL e UIL FPL hanno proposto di stabilizzare le persone interessate utilizzando il fondo statale da 55 milioni di euro in modo tale da arrivare al massimo delle ore possibili da un minimo di 30 ore settimanali in unica soluzione. Ciò per sanare finalmente il debito che l’amministrazione ha portato avanti da 25 anni nei confronti di questi lavoratori. Inoltre usando i fondi statali si risparmiano soldi del bilancio comunale che potranno essere conglobati ed usati anche per un ulteriore incremento orario fino al full time per tutti i dipendenti.
La discussione si è svolta in termini tecnici e la parte sindacale ha dipanato ogni dubbio possibile, tanto che l’amministrazione si è riservata di verificare la possibilità tecnica operativa di esperire la proposta dei sindacati sull’utilizzo del fondo dei 55 milioni di euro fino al massimo orario possibile. Rimaniamo in attesa di quanto l’amministrazione avra’ da comunicarci a stretto giro di posta e chiaramente vigileremo perché i tempi brevi da noi richiesti vengano rispettati.